ala_si_quota_in_Borsa

"La quotazione è una tappa fondamentale nella storia e per il futuro di A.L.A. Abbiamo alle spalle un percorso di crescita continua e costante, alimentato da competenze e persone di grande valore ed esperienza e dalla capacità di fornire ai nostri clienti un servizio accurato e tecnologicamente all’avanguardia, che permette loro di ottimizzare la performance logistica in termini di tempi, costi e produttività”. Queste le parole di Fulvio Scannapieco, Presidente di A.L.A. Spa per celebrare la quotazione in borsa dell’azienda. Il Gruppo, con headquarter a Napoli, è specializzato a livello globale nell’offerta di servizi di logistica integrata e nella distribuzione di prodotti e componentistica per l’industria aeronautica e aerospaziale, ed è presente con una sede operativa anche a Gallarate. Da qui il legame con il territorio lombardo e l’adesione di A.L.A al Lombardia Aerospace Cluster.

A.L.A. rappresenta la diciassettesima ammissione da inizio anno sul mercato AIM di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese e porta a 149 il numero delle società attualmente quotate.

L’ingresso in Borsa ci consentirà di accelerare il percorso di crescita, anche attraverso future acquisizioni, e di creare valore per tutti gli investitori che hanno creduto e che vorranno unirsi al nostro progetto” dichiara Vittorio Genna, Vicepresidente del Gruppo. Nei prossimi anni “puntiamo a consolidare la nostra leadership nella logistica integrata e nella distribuzione di componentistica nell’Aerospace & Defence, non solo in Italia, e a proseguire la strategia di diversificazione nei nuovi mercati, il ferroviario, l’energetico e il navale".

In fase di collocamento A.L.A. ha raccolto €22,5 milioni, escludendo il potenziale esercizio dell'opzione di over-allotment. “In caso di esercizio integrale dell’over-allotment, l’importo complessivo raccolto sarà di 25 milioni di euro - riporta il comunicato stampa di Borsa Italiana -. Il flottante al momento dell’ammissione è del 20,3% e la capitalizzazione di mercato all’IPO è pari a €90,3 milioni”.

 



Articolo precedente Articolo successivo
Edit