L’Italia nel Parlamento Europeo.jpg

A maggio voteremo per eleggere i Parlamentari Europei: sono chiamati al voto circa 400 milioni di cittadini. Dal 1979 i deputati del Parlamento Ue sono eletti a suffragio universale diretto ogni 5 anni. Le ultime elezioni sono state nel 2014 e l’affluenza alle urne è stata del 42,5%, mentre alle prime elezioni (quelle del ’79) l’affluenza era stata dal 62%.  All’ultimo appuntamento elettorale in Italia ha votato il 57,2% degli aventi diritto; meglio di noi solo il Belgio.  Questi dati mostrano un paradosso: partecipazione e fiducia non sembrano andare a braccetto. Gli italiani sono “euroscettici” nei sondaggi, ma tra gli europei sono tra quelli che partecipano di più (anche se il dato della partecipazione rispetto alle elezioni politiche resta basso).

Poca fiducia, ma tanta partecipazione: alle ultime elezioni per il Parlamento UE, gli italiani sono stati i secondi solo ai Belgi per affluenza alle urne. Come è composto e quanto costa il Parlamento?

I seggi del Parlamento sono 751 (numero massimo fissato dai Trattati): dall’entrata in vigore del trattato di Lisbona all’Italia spettano 73 seggi, ma l’uscita del Regno Unito – se avverrà come previsto il 29 marzo - porterà a un abbassamento del numero totale dei seggi e a una loro redistribuzione. Si scenderà a 705 seggi totali mentre l’Italia, in base a complessi meccanismi di ricalcolo, avrà 76 scranni da occupare. Bisogna poi sapere che i deputati europei sono raggruppati per affinità politiche e non per nazionalità. Il Parlamento europeo si riunisce in seduta plenaria 12 volte all'anno a Strasburgo; si riunisce inoltre a Bruxelles per ulteriori tornate, nonché per riunioni di commissione e dei gruppi politici. Le spese per il Parlamento europeo rappresentano 1/5 delle spese amministrative dell’Ue e solo l’1,2% del budget generale.

Se volete le istruzioni per votare ecco il link: http://www.europarl.europa.eu/italy/it/elezioni-europee-2019/elezioni-europee-2019-istruzioni-per-l-uso

 

Per approfondire leggi anche:



Articolo precedente Articolo successivo
Edit